Mareblu si impegna per la tutela del tonno in Brasile

Pubblicato il: 04/10/2017
Autore: Redazione GreenCity

Il Fishery improvement project (FIP) è un progetto volto a migliorare la pesca del tonno a canna (pole & line) nelle zone costiere del sud e del sud-est del Brasile, andando incontro agli standard di MSC per la pesca sostenibile dopo 5 anni di implementazione.

WWF, Thai Union Europa, ACTEMSA e Industrias Alimenticias Leal Santos hanno sottoscritto un Memorandum d’Intesa finalizzato al lancio di un progetto FIP (Fishery Improvement Project), dedicato al miglioramento dell’industria della pesca del tonno skipjack (tonnetto striato), yellowfin (tonno pinne gialle) e bigeye (tonno obeso) nelle zone costiere del sud e del sud-est del Brasile.
Lo scopo del FIP è quello di incontrare gli standard richiesti da MSC (Marine Stewardship Council), che valuta se una pesca sia ben gestita e sostenibile. Il FIP si concentrerà principalmente sull’implementazione di azioni volte a migliorare la questione chiave degli stock ittici più salutari, a garantire un impatto minimo e reversibile sugli ecosistemi e un'efficace gestione della pesca.
Inoltre, assicura che le decisioni e le raccomandazioni della International Commission for the Conservation of Atlantic Tunas (ICCAT) siano seguite e rispettate per quanto riguarda la gestione del tonno in Brasile. Il FIP inizierà a salvaguardare il tonno su sei tonniere con pesca a canne con bandiera brasiliana. Non appena l’accordo di partnership sarà siglato, il FIP sarà registrato su fisheryprogress.org.
Beatrix Richards, Head of Sustainable Commodities del WWF-UK, ha dichiarato: "Questo è un passo importante per affrontare le preoccupazioni riguardo alla sostenibilità del tonno in Brasile. La sostenibilità dell'approvvigionamento di prodotti ittici è un problema fondamentale a livello mondiale, non solo per l'ambiente, ma anche per il benessere delle persone. I nostri oceani sono assediati oggi più che mai, quindi è essenziale che player globali, come la Thai Union, agiscano per affrontare le preoccupazioni sulla sostenibilità e che l'intera industria dei prodotti ittici e la società civile collaborino per trovare soluzioni.”

Categorie: Ambiente

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: