Teon presenta Tina, la pompa di calore che annulla le emissioni del riscaldamento centralizzato e riduce l'inquinamento

Pubblicato il: 18/03/2016
Autore: Redazione GreenCity

Attraverserà l'Italia a bordo del Treno Verde di Legambiente per raccogliere la sfida della trasformazione eco delle città.

Da oggi non solo mobilità sostenibile, ma anche riscaldamento sostenibile. E' con questa promessa che TEON sale a bordo del Treno Verde di Legambiente - che attraverserà l'Italia fino al 9 aprile - con TINA, un'innovativa pompa di calore idrotermica, in grado di produrre acqua calda a 80°C per il riscaldamento di edifici, utilizzando energia rinnovabile (prelevata dall'acqua per il 70%) e energia elettrica (per il rimanente 30%).
Nel settore del riscaldamento centralizzato, TINA rappresenta un'ideale alternativa a tutte le caldaie - numerosissime nelle nostre città - che utilizzano combustibili fossili (ad esempio gas naturale, gasolio) perché consente di ridurre consumi e bolletta energetica di oltre il 40% e, allo stesso tempo, di azzerare le emissioni inquinanti in loco.
"Crediamo - afferma Ferdinando Pozzani, amministratore delegato di TEON, la società che sviluppa, produce e commercializza soluzioni innovative per il riscaldamento e il raffrescamento di edifici e grandi volumetrie - in un ambiente migliore, nell'innovazione e nell'efficienza energetica reale. Il nostro obiettivo, supportato dai risultati conseguiti fino ad ora dagli impianti già in esercizio, il primo dei quali ha iniziato il sesto anno di funzionamento, è di contribuire alla diffusione di un modello di riscaldamento sostenibile dove una fonte rinnovabile a zero emissioni in loco possa rappresentare una concreta risposta ai sempre più crescenti problemi di inquinamento urbano".

TINA nasce dall'esperienza - tutta italiana - di un progetto pluriennale di ricerca applicata, che ha portato alla industrializzazione di una famiglia di prodotti in ambito energetico ambientale, insigniti del premio «Smart Future Mind Awards nel 2011», le cui prestazioni, ineguagliate sul mercato, sono il risultato di soluzioni scientifiche e tecnologiche protette da brevetti nazionali ed internazionali.
"Le nostre pompe di calore TINA e RETINA - conclude Pozzani - sono un'alternativa praticabile ed economicamente efficiente ai tradizionali impianti di riscaldamento basati su caldaie a combustibile fossile con risparmi che vanno dal 50 all'80%. Ci rivolgiamo al mercato del riscaldamento e raffrescamento centralizzati di edifici esistenti e nuove costruzioni, nel settore pubblico e privato, commerciale, industriale e dei servizi, nonché alle reti di teleriscaldamento."

Categorie: Casa

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: