Wood Beton costruirà un oratorio a Rezzato ( Bs) a impatto zero

Pubblicato il: 07/07/2016
Autore: Redazione GreenCity

Il progetto prevede la realizzazione di un edificio sostenibile dal punto di vista ambientale, di classe energetica A, a consumo di energia prossimo alla zero.

Wood Beton realizzarà il nuovo oratorio di Rezzato, Brescia.
Qualche giorno fa è avvenuta la posa della prima pietra. I lavori inizieranno a fine Luglio e verranno terminati in 12 mesi circa.
Obiettivo principale è la realizzazione di un oratorio sostenibile, a servizio dei giovani e delle famiglie delle comunità parrocchiali di Rezzato e Virle che preveda la realizzazione di uno spazio moderno, flessibile ed accogliente per la collettività. 
La progettazione ecocompatibile o sostenibile è stata connotata da uno stretto rapporto con il contesto, inteso sia come sistema fisico naturale che antropizzato, tale da garantire condizioni di benessere con un ridotto consumo di risorse ambientali e un basso livello di inquinamento.Il progetto prevede la razionalizzazione di percorsi viabili intorno all’oratorio e la realizzazione di una nuova area pedonale nei pressi della sala consiliare. La nuova piazzetta verrà realizzata in una zona adiacente al Municipio ed alla nuova sala polivalente, in continuità con i percorsi pedonali di collegamento con la piazza Vantini. L’accesso principale all’oratorio avverrà in condizioni di sicurezza dalla nuova area pedonale: tale soluzione consente di ridurre notevolmente l’attuale viabilità intorno al lotto, riservandola ai soli residenti. 
Il progetto non modifica gli allineamenti del tessuto urbano e degli edifici preesistenti: il nuovo fabbricato arretra dal precedente confine dando continuità a tracciati interrotti e lasciando spazio ad una passeggiata alberata. Il complesso comprende tre corpi di fabbrica principali: un corpo su due livelli (fabbricato A) che comprende il bar, le aule e l’appartamento del custode; la sala polivalente in un unico volume a doppia altezza (fabbricato B) ed i due volumi ad un unico piano destinati agli spazi amministrativi, gestionali ed associativi (fabbricato C). Il corpo principale del fabbricato A è su due livelli e mantiene il fronte edificato sulla via Don Tedoldi, aprendosi verso la via Leonardo da Vinci. Sul vicolo Alberti l’edificio Il fabbricato A ha un solo piano fuori terra; un grande portico connette i bassi volumi alla nuova sala polivalente della comunità. I nuovi fabbricati ricostruiscono il fronte edilizio della piazzetta e garantiscono una buona permeabilità visiva con due grandi passaggi coperti ai lati della sala. 
La sala polivalente rappresenta il polo di promozione culturale del complesso oratoriale e si propone quale elemento cardine del progetto: è’ un grande ambiente in cui è possibile svolgere diverse funzioni: assemblee, mostre, momenti ricreativi, eventi grazie all’uso delle recenti tecnologie. Il progetto prevede l’incremento dell’area ludica attuale tramite la realizzazione di campi da gioco,spogliatoi e spazi attrezzati per il gioco dei bambini. Lo spazio attrezzato dedicato al gioco dei bambini è posizionato sul prato tra gli alberi, nelle vicinanze del bar e delle sale per feste.

Categorie: Casa

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: