G7, 46 veicoli elettrici muovono i Grandi della Terra

Pubblicato il: 26/05/2017
Autore: Redazione GreenCity

A Taormina una flotta di 46 mezzi a zero emissioni, fornita da Exelentia, supporta gli spostamenti dei Leader, delle delegazioni internazionali e dello staff che si muovono nella stupenda città siciliana.

La Perla dello Ionio diventa Gioiello dell’eco sostenibilità: Taormina, città blindata e inaccessibile, ha scelto, infatti, la mobilità elettrica per accogliere e trasferire i Grandi della Terra. I Capi di Stato e di Governo, i Ministri, le delegazioni internazionali, gli addetti ai lavori, lo staff e gli organizzatori del G7 si muovono tra i meravigliosi vicoli e le stradine esclusive con 46 Melex, veicoli di prossimità urbana a zero emissioni, forniti da Exelentia
In occasione del più importante Summit dell’anno, Taormina diventa SMART CITY, esempio di città sostenibile del futuro. Grazie ai NEV (Neighborhood Electric Vehicles), veicoli per la mobilità urbana, si realizza l'obiettivo di muovere le persone e le merci con un sistema efficiente, ecologico ed economico. Un modello di trasporto che garantisce dinamismo economico e coesione sociale, minori costi, minori spazi stradali occupati, minor energia consumata e minori danni alla salute dei cittadini. Un Summit, quindi, totalmente eco sostenibile e green che dimostra come la mobilità elettrica accelera e migliora la sostenibilità ambientale ed economica delle nostre città. 
A Taormina sono presenti i modelli Melex 343 (il più piccolo dei veicoli per passeggeri), il 366 (il veicolo a 6 posti, con l’ultima fila di sedili richiudibile al fine di ottenere un piano di carico ampio e funzionale), il 378 (ospita fino a 8 passeggeri, è il più grande veicolo per passeggeri Melex, anch’esso con l’ultima fila di sedili richiudibile per avere un piano di carico ampio e funzionale), il 463 (dal design accattivante e moderno con i sedili bicolore) e il 464 (con un pianale di carico in alluminio in grado di trasportare fino a 250 kg di carico).

Categorie: Mobilità

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: