I Giardini di Castel Trauttmansdorff: un luogo magico, due esperienze imperdibili

Pubblicato il: 14/04/2021
Autore: Redazione GreenCity

Passeggiare nel giardino immersi in un tripudio di colori, ammirare le montagne imbiancate rimanendo comodamente sdraiati sotto le palme, ascoltare musicisti di fama mondiale sulle rive del Laghetto delle Ninfee, o giocare con quello che è senza dubbio il flipper turistico più grande del mondo: a Trauttmansdorff, sono tante le cose possibili.

I Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano si estendono su una superficie di 12 ettari con un dislivello di 100 metri, dove la vista si apre su 80 spettacolari ambienti botanici, sulle montagne circostanti e sulla città di Merano. Sui sentieri che si snodano dolcemente lungo il percorso, si va alla scoperta di quattro aree tematiche che ospitano piante provenienti da tutto il mondo, attraversando terrazzamenti soleggiati e ruscelli gorgoglianti. Sul versante meridionale, ai piedi del castello, si trovano gli esotici Giardini del Sole dal fascino tipicamente mediterraneo, con un oliveto, cactus, aloe e agavi.
Nei Giardini Acquatici e Terrazzati, scale e piccoli corsi d'acqua collegano i vari livelli, per passare dalle aiuole disposte geometricamente nel Giardino dei Sensi. Ai piedi dei terrazzamenti si incontra poi il Laghetto delle Ninfee, circondato da oltre 200 palme, ma anche da camelie e azalee. Sul lato nord del castello si estendono i Boschi del Mondo con esempi in miniatura delle foreste dell'Asia e dell'America mentre nella Serra si possono ammirare piante tropicali e un terrario. E per finire, troviamo i Paesaggi dell'Alto Adige che offrono uno spaccato reale di ambienti naturali e agricoli locali. Con un frutteto diffuso, coltivato con antiche varietà di mele e pere, un orto di montagna e un vigneto viene illustrato il tipico paesaggio culturale altoatesino.
Oltre a vari giardini tematici e collezioni di piante, nei Giardini si possono ammirare anche svariati padiglioni artistici e stazioni multisensoriali. I visitatori possono, ad esempio, provare l'emozione di entrare all'interno di un cactus o avventurarsi su un traballante ponte. E non mancano certo animali come alpaca, pecore racka e capre che scorrazzano felici nei Giardini.
Una passeggiata nei Giardini di Castel Trauttmansdorff è un'esperienza sempre nuova, che cambia di settimana in settimana. Un mare di tulipani annuncia l'arrivo della primavera, seguono poi rododendri, peonie e rose. In estate, il campo di girasoli, i numerosi fiori e le piante perenni risplendono con i loro sfavillanti colori, fino a quando l'autunno avvolge tutto in un'atmosfera suggestiva. I Giardini sono pervasi però anche da innumerevoli fragranze. In primavera, giacinti e narcisi emanano il loro dolce profumo, per passare poi all'estate, quando i cespugli di lavanda tagliati in forma sferica, ai piedi del castello, trasmettono aromi tipicamente mediterranei. Nel Giardino dei Sensi si avverte inoltre un intenso odore di cioccolato del fior di cioccolato, mentre il clerodendro diffonde il suo profumo dolciastro. Anche l'autunno offre numerose sensazioni olfattive: l'osmanto, ad esempio, fiorisce con la sua meravigliosa fragranza nel Palmeto.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: