Swimmy, l'Airbnb delle piscine private, sbarca in Italia

Pubblicato il: 28/04/2021
Autore: Redazione GreenCity

Attiva dal 2017, la piattaforma propone un efficace servizio di affitto di piscine tra privati che permette ai proprietari di piscine di condividere la loro proprietà con vacanzieri o residenti locali.

Una piattaforma web per affittare la propria piscina o per trovarne facilmente una vicino casa. In epoca di economia collaborativa, dopo la condivisione di case, auto, barche, Swimmy - forte del successo in Francia e Spagna - sbarca anche in Italia proponendo una piattaforma dedicata al noleggio di piscine private.
La piattaforma, aperta a tutti, permette ai proprietari di piscine di affittare la loro piscina per un'ora, mezza giornata o una giornata. 
Swimmy ad oggi conta 120.000 utenti, 3.000 proprietari registrati, 16.000 noleggi effettuati nel 2020. La registrazione sul sito di Swimmy è facile, veloce e gratuita. Per il proprietario basta un documento d'identità, una prova di indirizzo e foto della sua piscina. Per il locatario la piattaforma ha lo stesso funzionamento di altre piattaforme come AirBnB.  
Swimmy è assicurato da Allianz che assicura il proprietario  in caso di rottura o danneggiamento. L'assicurazione inclusa corrisponde a una classica garanzia di responsabilità civile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: