Sondaggio: con il cane, gli italiani camminano di più

Pubblicato il: 27/05/2022
Autore: Redazione GreenCity

Secondo il rapporto Assaloco-Zoomark, l'età dei proprietari di animali domestici ha raggiunto il picco del 27,1% nella fascia di età compresa tra i 45 e i 54 anni, seguita da quella degli over 65.

WeWard ha reso noto che, dal rapporto Assalco-Zoomark, le famiglie italiane con animali sono cresciute di circa un milione in un anno (+9%), attestandosi a 12,2 milioni dall’inizio della pandemia ad oggi. Sempre nello stesso periodo il numero di persone che hanno scelto di camminare in modo costante è aumentato di ben il 30%. Sempre secondo il rapporto Assaloco-Zoomark, l'età dei proprietari di animali domestici ha raggiunto il picco del 27,1% nella fascia di età compresa tra i 45 e i 54 anni, seguita da quella degli over 65.
«Fare una passeggiata con il cane significa prendersi cura non solo dell’animale, ma anche della propria salute mentale e fisica. Anche noi, negli ultimi due anni, abbiamo registrato un boom di persone che si sono iscritte alla nostra app e che si sono messe a camminare regolarmente proprio partendo dalle esigenze quotidiane del loro cane.» – ha dichiarato Yves Benchimol, CEO di WeWard. “Gli effetti benefici sul corpo valgono sia per il cane che per il padrone. La camminata aiuta infatti a mantenere allenato sia il sistema cardiocircolatorio che quello respiratorio, a rinforzare i muscoli e favorire il consumo di calorie.” – ha proseguito Benchimol.
In generale, per le famiglie, negli ultimi due anni l’adozione di un cane ha rappresentato - secondo un’indagine commissionata a Wamiz - un modo per coltivare relazioni anche quando non si è potuto stare con i coetanei e, nel caso degli adolescenti, per renderli più responsabili.
Anche nel caso degli over 65 i cani rappresentano un prezioso alleato in quanto introducono importanti cambiamenti: rendono le persone più attive e introducono uno stile di vita più attivo ed appagante. Dai dati del Ministero della Salute, emerge che se calcoliamo l'incidenza delle malattie cardiovascolari nel nostro Paese di cui sono affetti circa 15 milioni di persone, cioè circa una persona su quattro, e se stimiamo che una passeggiata quotidiana con un animale domestico può comportare una riduzione del 7% dell'incidenza di tali patologie, ci troviamo di fronte a un potenziale risparmio di 1,3 miliardi di euro per la salute. 
«Abbiamo ideato WeWard proprio per sconfiggere la sedentarietà delle persone e per metterle in cammino » – ha continuato Benchimol. « Riportare la camminata nel mainstream è il nostro obiettivo. Per raggiungerlo, come WeWard abbiamo ideato un meccanismo che premia gli utenti in base al loro numero di passi e organizza regolarmente azioni e sfide per mettere la camminata al centro dell'attenzione dei suoi utenti» - ha concluso Benchimol.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: