“Il Verde e il Blu Festival”, nuove idee per il futuro del pianeta

Pubblicato il: 16/07/2021
Autore: Redazione GreenCity

La manifestazione, che si svolgerà a Milano dal 10 al 12 settembre, affronterà l’importanza dell’innovazione ambientale e digitale coniugata a una nuova cultura green per il futuro del pianeta e la vita di tutti

Si terrà a Milano dal 10 al 12 settembre 2021 la nuova edizione de “il Verde e il Blu Festival”, una tre giorni sul verde della sostenibilità e il blu dell’innovazione per il futuro del pianeta. L’evento, promosso da Beulcke+Partners e ARIS in partnership con BAM - Biblioteca degli Alberi Milano (un progetto della Fondazione Riccardo Catella), sarà animato da talk show, tavole rotonde, speech, laboratori, exhibit, performance e presentazioni, e affronterà l’importanza dell’innovazione ambientale e digitale coniugata a una nuova cultura green per il futuro del pianeta e la vita quotidiana di tutti.

Nato lo scorso anno dall’esperienza di 12 edizioni del Festival dell’Energia, il Verde e il Blu Festival si lascia ispirare ancora una volta dal filosofo Luciano Floridi, Direttore Digital Ethics Lab, Internet Institute dell'Università di Oxford: “In una società matura dell’informazione, come è per esempio l’Italia contemporanea, il progetto umano deve essere etico, unire politiche verdi (economia green, circolare e dello share) e politiche blu (economia digitale e dell’informazione) e favorire un modo di vivere insieme centrato sulla qualità delle relazioni e dei processi, anziché sul consumo e sulle cose”.

Questa seconda edizione si fa portavoce della necessità, resa ancora più evidente dalla crisi pandemica, di riprogettare modelli di sviluppo, produzione e consumo per la tutela del pianeta e della salute umana attivando un confronto tra politica, scienza, istituzioni, imprese e società civile. Economia circolare e transizione ecologica richiedono infatti progetti, competenze, investimenti e un profondo processo di trasformazione collettivo e culturale: occorre ridisegnare spazi, abitudini quotidiane, attività formative e produttive. È in questa direzione che prosegue la sfida de il Verde e il Blu Festival, la maggiore manifestazione nazionale sui temi del climate change, economia circolare, rivoluzione digitale, moda, cibo e mobilità sostenibili, con una grande attenzione ai megatrend del futuro.

Per sottolineare come i temi della sostenibilità e della transizione siano davvero filo conduttore di qualsiasi progetto, settore e modello industriale e finanziario, il Verde e il Blu Festival avrà inizio in una data simbolo, la giornata di chiusura della Design Week 2021, con un appuntamento dedicato al design sostenibile, e al tempo stesso farà da ponte alla Cop Youth e ai lavori della Pre Cop 26, a Milano dal 28 settembre.

Sono stati invitati, tra gli altri, il Ministro Roberto Cingolani, il Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, il Ministro Enrico Giovannini, Giovanni Soldini, Ellen MacArthur, Chicco Testa, Alessandro Baricco, Roberto Burioni, Giusi Ferrè, Stefano Mancuso, Anna Finocchiaro, Luciano Floridi, Marina Spadafora, Paolo Nespoli, Bruno Tabacci, Vittorio Sgarbi, Marco Alverà e moltissimi altri rappresentanti del mondo della cultura, dell’impresa, della scienza e della politica, tra cui naturalmente il Sindaco Beppe Sala e diversi altri sindaci di città impegnate in una transizione green.

A rendere l’appuntamento di portata nazionale sarà la sua modalità onlife: oltre che in presenza, nel più assoluto e rigoroso rispetto delle normative in vigore, ogni appuntamento sarà trasmesso in streaming sulle maggiori piattaforme web e social e raggiungerà un’ampia diffusione grazie anche alle media partnership strette per l’occasione, tra cui quella con RAI, che darà al festival un’eco ancora maggiore, iODonna, che si rivolgerà al pubblico femminile e mainstream, e alcune IG magazines, per coinvolgere ancora di più la generazione Z. A sottolineare invece l’impegno de Il Verde e il Blu Festival nel creare una sinergia con le realtà e gli eventi che animeranno Milano il prossimo settembre, saranno la collaborazione con Fuorisalone.it, content partner del Festival, e con il Politecnico di Milano e il suo Festival dell’Ingegneria, che si svolgerà in concomitanza con la manifestazione. Inoltre, il Festival ha già ottenuto i patrocini del Ministero della Transizione Ecologica, del Parlamento europeo e della Comunità europea.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Ambiente

Tag:

Canali Social: