Consumi energetici: nel 2021 luglio più energivoro

Pubblicato il: 24/01/2022
Autore: Redazione GreenCity

Monitoraggio annuale di NeN sulle abitudini di utilizzo degli elettrodomestici. Il mese più ecosostenibile è febbraio. La fascia oraria peggiore è quella della sera: colpa del forno e della lavastoviglie.

Nel 2021 si è parlato molto di energia, ma la discussione si è concentrata soprattutto sui rincari delle bollette: quindi sugli effetti, più che sulle cause. NeN, la startup EnerTech del gruppo A2A, ha cercato di mappare il modo in cui gli italiani e le italiane usano l'elettricità, perché senza consapevolezza è impossibile ridurre gli sprechi. Ci è riuscita grazie al Robo, il dispositivo intelligente che permette di monitorare in tempo reale i consumi dei propri elettrodomestici, tutto via app.

Bene il forno, male la lavatrice     
NeN ricava l'efficienza degli elettrodomestici dall'incrocio di diversi parametri, come la dimensione, la classe energetica e l'anno di acquisto. Dall'analisi è emerso che, nel corso del 2021, il forno è l'elettrodomestico che più si è avvicinato alla massima efficienza raggiungibile, con un valore medio di 4,4/5. La maglia nera va invece alla lavatrice, ferma a 2,9. Questi sono anche gli elettrodomestici più presenti nelle case italiane (62,9% il forno, 65,4% la lavatrice), insieme al frigorifero (65,4%).

Luglio il mese peggiore, febbraio il migliore      
Come ogni anno, i mesi estivi hanno coinciso con un grande aumento dei consumi. Luglio, con 239,7 kWh di consumo medio, è stato il mese più energivoro, seguito da agosto (225,8 kWh) e giugno (224,8 kWh). L'aumento dipende in genere dalle temperature elevate, che spingono ad accendere i condizionatori, a utilizzare maggiormente la lavatrice e a costringere il frigo a sforzi maggiori per mantenere la temperatura interna. Al contrario, in primavera e in inverno i consumi sono stati inferiori alla media; in particolare, febbraio è stato il mese con le bollette più basse, con appena 158,7 kWh. 

Si consuma soprattutto alla sera   
La fascia serale è quella in cui si utilizza più energia: ben 73 kWh di consumo medio, frutto di un maggiore utilizzo di forno, lavastoviglie e frigorifero. Al contrario, la lavatrice viene usata maggiormente di giorno, tra la mattina e il pomeriggio.

La domenica passa tra il bucato e la TV 
Mentre dal lunedì al sabato i consumi tra i vari elettrodomestici rimangono abbastanza costanti, si nota un aumento dell'utilizzo dell'energia la domenica. In particolare quella che alimenta i dispositivi d'intrattenimento, come TV, console e decoder, ma anche il forno, l'asciugatrice e la lavatrice.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Casa

Tag:

Canali Social: