Una vacanza in Basilicata per un’immersione nella natura più autentica e incontaminata

Pubblicato il: 14/10/2021
Autore: Redazione GreenCity

Dalle numerose aree protette ai suggestivi calanchi, distese di prati e campi assolati: il paesaggio naturale lucano è una continua scoperta.

Quando si nomina la Basilicata, il pensiero va immediatamente a Matera e ai suoi Sassi, patrimonio Unesco insieme al parco delle chiese rupestri. Ma il territorio lucano è anche estremamente vario di paesaggi naturali e attrazioni che parlano direttamente al cuore, suscitando emozioni uniche. In pochi chilometri si passa dai monti appenninici alla pianura, dalle coste sabbiose dello Ionio alle scogliere del Tirreno, dalla natura incontaminata dei parchi alle città d’arte. Ed è proprio grazie a questa diversità e ricchezza che è possibile vivere esperienze outdoor uniche, seguire itinerari tematici sempre diversi, scoprire la storia dei luoghi attraverso strumenti innovativi e coinvolgenti come app e games. Il tutto naturalmente condito da una cucina dal sapore autentico e genuino, che dà un tocco in più alla vacanza! 
Sono due i parchi nazionali della Basilicata: il Parco del Pollino e il Parco dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese, e tre quelli regionali, il Parco Naturale di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane, il Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano e il Parco del Vulture. Recente è il riconoscimento Unesco della Foresta di Cozzo Ferriero nel Parco nazionale del Pollino grazie alla presenza del Pino loricato.
Numerose sono le riserve naturali come l’Abetina di Laurenzana, il Bosco Pantano di Policoro, le aree del Lago Laudemio, del Lago Pantano di Pignola, dei Laghi di Monticchio, fino all’Oasi WWF Lago di San Giuliano. Imponente è il sistema delle dighe, da quella di San Giuliano, con la vicina oasi faunistica sul Bradano, al lago di pietra del Pertusillo, sull’Agri, fino all’impianto di Monte Cotugno, a Senise, che trasforma il Sinni in un lago.
Impossibile parlare di Basilicata senza soffermarsi sulle sue coste che offrono paesaggi così vari e diversi da accontentare davvero tutti i gusti. Le spiagge ampie e sabbiose e i lidi attrezzati caratterizzano la costa ionica che si sviluppa per ben 35 km da Metaponto a Nova Siri. Nella costa tirrenica, invece, promontori a picco sul mare si alternano a piccole calette, grotte marine e profondi fondali marini, perfetti per la pesca subacquea. Ad accomunare entrambe le coste, l’acqua cristallina e gli eventi che animano soprattutto il periodo estivo. Un territorio naturale così vario offre un’ampia proposta sportiva, dalle passeggiate a piedi, in bici e in mountain bike, alle escursioni a cavallo, e ancora parapendio, orienteering, arrampicate su coste rocciose, rafting e torrentismo. Tra le esperienze assolutamente da non perdere: la via ferrata al Cristo Redentore di Maratea, inaugurata di recente, offre una vista spettacolare!

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Canali Social: