Svelato il futuro tram di Milano

Pubblicato il: 01/10/2021
Autore: Redazione GreenCity

Entro la fine del 2021 la flotta green in circolazione sarà composta da 170 bus elettrici, 154 ibridi e 3 a idrogeno, ai quali si aggiungono i nuovi 30 filobus “Trollino”, già in servizio.

Presentato, in occasione di Expo Ferroviaria 2021, il nuovo tram di Milano. Atm e Stadler Valencia hanno infatti “svelato” il mock-up del Tramlink, il futuro veicolo che rinnoverà la flotta tram di Atm.
La consegna del primo esemplare è prevista entro il 2022 e, dopo il necessario e consueto periodo di collaudo, entrerà in servizio nella primavera 2023. La gara per la fornitura dei tram è stata aggiudicata a Stadler Valencia, e prevede la consegna di 80 mezzi, di cui 50 per il servizio urbano e 30 per quello interurbano, per un investimento complessivo che ammonta a 172,6 milioni di euro. Si tratta di mezzi tecnologicamente all’avanguardia, con sistemi di infomobilità in tempo reale e di videosorveglianza. Andranno a sostituire progressivamente i tram più datati, ad eccezione delle 125 Carrelli, simboli storici di Milano.
Tra le innovazioni, in queste carrozze comunicanti saranno installati 4 monitor, ciascuno dei quali mostrerà l’indicazione delle fermate e del percorso, e informazioni generali sullo stato della mobilità cittadina. Inoltre 10 telecamere interne anche lungo tutto il corridoio, saranno collegate con la centrale Security di Atm per garantire un presidio costante e di conseguenza una maggiore sicurezza per tutti i passeggeri.
I veicoli saranno lunghi 25 metri, con disponibilità di 66 posti a sedere e bidirezionali, per permettere l’inversione di marcia in caso di necessità e l’ottimizzazione dei capolinea tranviari di nuova realizzazione. Sono dotati di carrelli, cosiddetti “pivotanti”, che consentono una migliore gestione delle curve e una riduzione delle emissioni acustiche, migliorando così il comfort di viaggio. Tramlink sarà inoltre completamente accessibile in quanto dotato di pianale ribassato, per rendere più agevoli la salita e la discesa ai passeggeri con disabilità motoria.
L’acquisto di questi tram si inserisce nel più ampio piano di investimenti di Atm che prevede il rinnovo dell’intero parco mezzi di bus, tram e filobus, con l’obiettivo di supportare il processo di transizione ecologica in corso dell’Azienda e di Milano. L’obiettivo del piano “Full Electric” di Atm prevede, entro il 2030, una flotta di 1200 bus completamente elettrici, che porteranno alla riduzione del consumo di gasolio pari a 30 milioni di litri all’anno e delle emissioni di CO2 pari a 75mila tonnellate all’anno.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Mobilità

Tag:

Canali Social: